• Tu hai voluto restaurare la natura umana, corrotta dall'insidia diabolica

  • e le hai rese capaci di anticipare in sé l’esperienza del Regno futuro

  • Così le chiami a realizzare il vincolo sponsale con Cristo

  • sii Tu per loro la gioia, la difesa nel pericolo, la pazienza nella prova

  • In Te possiedano tutto, poiché hanno scelto Te solo al di sopra di tutto

Oggi, 10 ottobre, siamo state ospitate dalla Parrocchia Maria SS. del Carmine in Battipaglia. Il Parroco, don Marcello De Maio, fin dall’incontro preparatorio di questo momento, ci ha accolte con il suo stile schietto e profondo contornato da una simpatica nota di ironia. Da buon pastore, ci ha esortate a testimoniare come la vocazione sia la risposta a una chiamata e non un modo come un altro per riempire la vita.

All’inizio della Celebrazione ha indicato alla Comunità tre punti su cui la Liturgia del giorno invita a riflettere: la gioia, l’adesione al progetto di Dio, la sponsalità; elementi questi tutti caratteristici dell’Ordo Virginum. Nell’omelia - breve per lasciar spazio alla nostra testimonianza - si è soffermato in particolare a definire la gioia quale dono di Dio che però richiede la personale disponibilità a lasciare qualche cosa consegnandoci, a riferimento, il passo del Vangelo di Matteo al Capitolo 13 che parla della perla preziosa; l’espressione di Gesù presente negli Atti degli Apostoli: “C’è più gioia nel dare che nel ricevere”; e quella bella affermazione di Paolo VI che dice: “Il cristianesimo non è facile, ma è felice”. Infine ha definito “l’abito” di cui parla il Vangelo come le opere buone che compiamo aderendo al progetto di Dio.

A seguire la mia testimonianza incentrata a spiegare le peculiarità dell’Ordo; poi la parola è passata alla “nostra sorellina più piccola”, Oriana, che ha testimoniato il percorso della sua vocazione. Alla fine della celebrazione, foto di rito e scambi di esperienze con alcuni membri della Comunità.

Rendiamo sempre grazie a Dio per questo tessuto di relazioni che stiamo costruendo con le comunità della nostra Diocesi.

PowerPoint

Chi è online

Abbiamo 41 visitatori e nessun utente online