Meraviglia, gioia, stupore, gratitudine e quasi incanto hanno colto Emilia e tutto l'Ordo Virginum diocesano quando il Vescovo ha accettato di spezzare il pane della Parola, dell’Eucaristia e del quotidiano a casa sua, condividendo con delicatezza, semplicità ed in punta di piedi un intenso momento non facile, dovuto alle sue condizioni di salute.

Durante l’Omelia l’Arcivescovo, Mons. Luigi Moretti, ha affermato, tra l’altro, che “è questo, oggi, che dà senso a tutto quello che noi stiamo vivendo. Gesù che è entrato nella Storia, è il presente e noi siamo chiamati a riconoscere il Risorto. Voi lo vivete ancora di più nella Consacrazione che, se vissuta pienamente, continua ad essere segno di contraddizione: noi collaboriamo alla Redenzione! Questo è lo straordinario impatto perché essa passa attraverso carne e sangue e noi siamo dentro un’opera di redenzione in quanto Gesù sconfigge il peccato con il dono di sé. Oggi la Vita Consacrata è il richiamo più forte che c’è sulla figura di Gesù e riesce ad essere pienezza di vita solo se la si riempie di Lui, se no, sarebbe partita persa. Noi siamo chiamati ad essere anticorpi vivi e non addormentati dal male. Il senso della consacrazione si muove nel senso della totalità. Sia che mangiamo, sia che preghiamo siamo del Signore, viviamo nel Signore. Chi si sente irrilevante, è nella logica del mondo. Siamo noi che dobbiamo farci carico di avvicinarci all'altro per testimoniare la Sua Presenza e di annunciare quello che diventa speranza. Non possiamo alienarci ma è necessario cercare quello che ha spinto il Verbo di Dio a farsi uomo per avvicinare l’uomo a Dio. Dobbiamo guardare con meraviglia il disegno di Dio nei confronti dell’uomo”.

L’evento è stato impreziosito dalla Professione di Fede di Oriana, che ha scandito la Prima tappa del suo cammino di Consacrazione nell'Ordo. Viene dal cuore il ringraziamento, innanzitutto al Signore, per averci donato questi avvenimenti di Grazia, la presenza del Pastore e l’arrivo di Teresa, della Diocesi di Amalfi-Cava SA che, insieme a Greta proveniente da Battipaglia, sono stati i regali del Bambino per quest’anno ricco di novità e di sorprese.

Chi è online

Abbiamo 11 visitatori e nessun utente online