È stata una giornata che ha dischiuso uno scrigno che conteneva un mondo di sorprese sabato 11 gennaio e, in effetti, solo il Divino Architetto avrebbe potuto progettare un evento così sentito e partecipato dalla gioia mista alla commozione come un mosaico le cui tessere apparentemente non aderivano allo stesso disegno e che, poi, si sarebbero incastonate alla perfezione … ma procediamo con ordine: Teano è apparsa, a chi vi si recava per la prima volta, con tutti i siti storici ed architettonici evidenziati da una vista tersa e soleggiata e la splendida accoglienza ricevuta e curata nei minimi particolari - a partire dalla cartellina fino ai regali delle Indicazioni Pastorali del Vescovo per l’Anno 2019 - 2020 “Annunciare il Vangelo” e del braccialetto realizzato a mano - ha fatto sentire subito a casa le Consacrate dell’Ordo Virginum che si apprestavano a vivere il loro Incontro Interdiocesano.

Il clou della giornata si è svolto in Cattedrale e, dopo il saluto iniziale del Parroco di “San Clemente nella Cattedrale” Mons. Tommaso Nacca, durante la celebrazione delle Lodi, il Delegato Vescovile per la Vita Consacrata Don Luca Conforto, ha ringraziato le partecipanti per aver raggiunto la Diocesi di Teano-Calvi CE, il territorio più a nord della Regione Campania. Al termine, sotto la Guida esperta ed appassionata di Giuseppe Lacetera, siamo state condotte per mano alla conoscenza affascinante della storia della Cattedrale, della Cripta e della cisterna.

In Episcopio abbiamo potuto ammirare una ricca Mostra di presepi e rifocillarci nel corpo, attingendo ad una nutrita merenda allestita con ottimi dolci preparati in casa e, nello spirito, con l’Eucaristia presieduta da Don Luca Conforto, nella quale venivamo messe a conoscenza che la partenza improvvisa per il Cielo di Don Maurizio Autieri, Parroco di “Santa Maria Grande” a Mignano Monte Lungo nella zona di Roccamonfina, aveva costretto il Vescovo lontano da noi nella mattinata.

Nell’Omelia, Don Luca ci ha detto, tra l’altro, quanto fosse bello che fossimo lì quel giorno e ha voluto anche lui farci un regalo: quello di dirci una cosa bella da portare nelle nostre Diocesi. Il Vangelo del giorno di San Luca aveva trovato in lui celebrante una “coincidenza” perché non era previsto che celebrasse lui e voleva, come gli archeologi, cercare di scoprire, dai particolari, una storia più grande: il lebbroso ricoperto dalla malattia, non ha più speranza di vivere e si gioca l’ultima carta che ha per salvarsi. Si getta ai piedi di Gesù e Gli lascia la libertà di guarirlo: “Se vuoi”. La gentilezza smonta tanti muri e la mano stesa sulla lebbra è la potenza di Dio che ti accoglie e ti guarisce. Gesù gli dice di non dire niente per motivi di umiltà, per rimanere nel nascondimento come oggi voi vi siete ritirate dai mille impegni per ritrovarci con Gesù per farci guarire dalla nostra lebbra per poter tornare ed annunciare il Suo Nome.

Dopo la Messa, durante la quale ci aveva raggiunto, il Vicario Episcopale per la Formazione Padre Antonio Di Masi, Redentorista ci ha salutato e insieme siamo andati al Refettorio dove abbiamo condiviso con semplicità il pranzo squisito anche con il Vescovo S.E. Mons. Giacomo Cirulli ed il Rettore del Seminario Don Tommaso Nacca nonché con altri sacerdoti e seminaristi anche stranieri. A fine pranzo e prima della foto di rito, il Vescovo, scusandosi, ci ha spiegato che non avendo dormito per essersi recato all’Ospedale di Cassino e dovendo affrontare un pomeriggio di ulteriori impegni, aveva bisogno di riposare e si è accomiatato.

Il pomeriggio è continuato con la visita a Santa Reparata e a Santa Caterina, secondo l’Itinerario delle Vergini e al Museo.

In serata, dalla Diocesi di Nola, arrivava la notizia che Mons. Alfonso Pisciotta, Vicario Episcopale e Parroco di San Giorgio in Somma Vesuviana NA, aveva raggiunto Don Maurizio per una comunione profonda commista di preghiera, di emozioni e di commozione, che ci hanno unito al di là dei confini territoriali, consapevoli di un’appartenenza ad un Corpo mistico che di umano non ha nulla. Sempre grazie, Signore!

PowerPoint

Chi è online

Abbiamo 70 visitatori e nessun utente online