Nel cuore della Chiesa, per la vita del mondo”: così è intitolato l’annuale Incontro Nazionale dell’Ordo Virginum delle diocesi italiane, che da oggi pomeriggio fino alla mattina di domenica 28 accoglierà presso la Fraterna Domus di Sacrofano (RM) circa duecento partecipanti.

Queste parole, ispirate alla Costituzione Lumen Gentium del Concilio Vaticano II, sintetizzano efficacemente la presenza e il carisma dell’Ordo Virginum, un’esperienza di vita consacrata che affonda le sue radici agli albori del Cristianesimo e ha attraversato i secoli mantenendo la freschezza e l’essenzialità delle origini.

Sponsalità con Cristo, diocesanità e presenza nel mondo sono i tratti caratteristici di questa vocazione, fiorita in ben 117 diocesi italiane: da quando il Concilio Vaticano II ha ripristinato l’antico rito di consacrazione, circa 700 donne hanno emesso il proposito di castità nelle mani del Vescovo, scegliendo di seguire Gesù povero, casto e obbediente sulle strade del mondo, nell'ordinarietà di una vita intessuta di lavoro, di relazioni sociali ed ecclesiali.

L’incontro nazionale è un’occasione preziosa per approfondire il significato della presenza della vergine consacrata “nel cuore della Chiesa” e la sua missione “per la vita del mondo”, perciò il programma è denso di momenti di preghiera, di riflessione, confronto e fraternità.

Chiesa della Fraterna Domus di Sacrofano

Le celebrazioni liturgiche saranno presiedute da Mons. Giuseppe Marciante, Vescovo ausiliare di Roma, Mons. Marcello Semeraro, Vescovo di Albano Laziale, Mons. Raffaello Martinelli, Vescovo della diocesi Tuscolana, Mons. Paolo Lojudice, Vescovo ausiliare di Roma, e p. Agostino Montan, delegato di Roma per l’Ordo Virginum: la nutrita partecipazione è segno della cura pastorale nei confronti di questa realtà ecclesiale.

A guidare i momenti di riflessione sono stati invitati la prof.ssa Serena Noceti, che domani terrà una relazione su “Identità e vita dell’Ordo Virginum. Una lettura a partire dalla Lumen Gentium”, e Mons. Oscar Cantoni, membro della Commissione CEI per il clero e la vita consacrata e delegato CEI per l’Ordo Virginum.

Mons. Cantoni, che nel corso del suo ministero ha avuto modo di conoscere da vicino questa vocazione e di seguirne le diverse tappe, ha più volte espresso un vivo apprezzamento nei confronti dell’Ordo Virginum, “vero dono dello Spirito, offerto non solo a voi personalmente, ma a tutta la Chiesa che è in Italia”. Ha anche partecipato alla stesura della Nota pastorale CEI del 2014, intitolata “L’Ordo Virginum nella Chiesa in Italia”, da lui definita “bussola autorevole per una corretta interpretazione di questa speciale vocazione, a partire dai singoli Vescovi” e strumento efficace “per promuovere presso il popolo di Dio la conoscenza della grazia di questa chiamata, segno consolante dello Spirito per i nostri tempi”.

Ci sono tutte le premesse per un incontro particolarmente fruttuoso, anche alla luce dello speciale momento di grazia che la Chiesa sta vivendo con il Giubileo della misericordia.

Assemblea

Chi è online

Abbiamo 62 visitatori e nessun utente online